Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

Montagne Svizzere? Sì di rifiuti…

Montagne Svizzere? Sì di rifiuti…
Architettura Consigli Prevenzione

In Svizzera vengono prodotti in media 24’000 milioni di tonnellate di rifiuti all’anno.
Siamo il secondo maggior produttore pro capite in Europa con circa 730 kg di spazzatura per abitante.

I dati non sono incoraggianti ma vengono compensati dalla grande attitudine che abbiamo noi svizzeri nei confronti del riciclaggio: il 54%, circa 3’200’000 di tonnellate di rifiuti urbani, vengono separati e riciclati.

Per l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) è necessario trovare un modo per ridurre la produzione dei rifiuti instillando nella popolazione una presa di coscienza del valore dei materiali destinati a essere distrutti; oltre ad un discorso eco-sostenibile lo smaltimento dei rifiuti ha un costo elevato: riciclare e riutilizzare i rifiuti porta beneficio all’ambiente e alle casse dello Stato.
Bisogna rieducare i consumatori al riutilizzo e non alla sostituzione immediata.

 

 

Come potete constatare dall’immagine, il 65 %, circa 16’000 milioni di tonnellate, dei rifiuti svizzeri provengono dall’edilizia.
Demolire una casa, ricostruire una strada o risanare un ponte produce una grande quantità di scarti edili minerali che rappresentano il più importante flusso di rifiuti in Svizzera.
Si tratta soprattutto di calcestruzzo, sabbia, conglomerati bituminosi e mattoni che per anni sono stati eliminati benché potessero ancora servire all’industria edile che impiega un elevato consumo di risorse.

La Svizzera ha deciso di intervenire per limitare la produzione di rifiuti edili:

  • Nel 1994 è entrata in vigore la raccomandazione SIA 430 “Gestione dei rifiuti di cantiere” per una demolizione pianificata e lo smaltimento differenziato.
  • Nel 2006 l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) ha emanato la “Direttiva per il riciclaggio dei rifiuti edili minerali” con cui ha stabilito i requisiti ecologici per il riciclaggio dei rifiuti edili di origine minerale e ne ha definito la qualità e le possibilità di valorizzazione.
  • Nel 2015 viene emanata l’Ordinanza sulla prevenzione e lo smaltimento dei rifiuti (OPSR) che regola la prevenzione e lo smaltimento dei rifiuti.

Vantaggi e problemi e soluzioni

Riciclare materiali da costruzione comporta diversi vantaggi: da una parte permette un uso sostenibile delle risorse naturali e di utilizzare in modo moderato il già limitato spazio per le discariche.
Il riutilizzo dei rifiuti edili permette di ridurre l’impatto ambientale e di conservare le risorse naturali e il paesaggio in quanto si riduce il consumo di terreno per l’estrazione di materiali e per la creazione di discariche.
Lo scopo primario del riciclaggio è recuperare i rifiuti edili e utilizzarli come materiali di riempimento in settori che non necessitano di soddisfare requisiti di elevata qualità.

Il riciclaggio di rifiuti edili risente di diversi problemi, in primis il prezzo: il calcestruzzo prodotto con materiale primario costa quanto il materiale riciclato e in molto continuano a preferire il materiale primario.
In molto pensano che i materiali riciclati siano scadenti e non adempiano alle norme di qualità di conseguenza nessuno vuole usare del materiale scadente per costruire edifici, quindi architetti e ingegneri non hanno esperienza nell’uso.

Per aumentare l’accettazione dei materiali edili riciclati bisogna migliorare l’immagine: dal punto di vista della qualità i materiali da costruzione riciclati non sono inferiori anzi la produzione e il controllo della qualità sono soggetti alla stessa normativa rigorosa generalmente applicata.
Gli ingegneri, gli architetti e i costruttori dovrebbero essere sensibilizzati al fatto che l’suo di materiali edili riciclati è vantaggioso sia per i costruttori sia per l’ambiente e la società, ma purtroppo il settore dell’ingegneria e delle costruzioni è molto conservativo e pone delle barriere.

Applicazioni pratiche

Ogni anno in Svizzera vengono utilizzati tra gli 70 e gli 80 milioni di tonnellate di materiali da costruzione, circa il 10% dei materiali impiegati sono riciclati.
La città di Zurigo realizza grand parte delle sue costruzioni nuove con calcestruzzo di recupero.Il Canton Soletta si è posto come obiettivo di riciclare il 90% dei rifiuti edili minerali e prevede di utilizzarli per realizzare opere pubbliche.
A questo punto se vuoi essere sicuro di affidarti alla persona giusta non ci resta che rivolgerti ad un edil-professionista di Edilo.ch, il portale dedicato al mondo dell’edilizia ticinese che ha selezionato per te solamente i migliori artigiani del Ticino!

Richiedi ORA informazioni su Edilo.ch cliccando su questo link https://www.edilo.ch/contatti/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati